Terra rossa, piogge e montagne ci accompagnano a Sawla

Il 18 aprile partiamo da Konso per Ginka, ci fermiamo a Key Afer (Terra Rossa), attraversiamo le terre dove vivono  le popolazioni Zamay e Banna. Dopo la notte a Jinka partiamo per raggiungere Misikir a Sawla attraverso una pista che scopriamo interrotta dalle grandi piogge di questi giorni. Cambiamo itinerario e raggiungiamo Arba Minch per partire il giorno successivo per Sawla percorrendo la strada asfaltata che attraversa chilometri di coltivazioni di banane e distese di alberi di mango, per poi passare fiumi in piena e raggiungere le montagne fino a 3000 metri, foreste e coltivazioni di patate.

Arriviamo a Sawla dove Misikir ci attende per strada indossando una sfavillante giacca gialla impossibile non vederlo appena imbocchiamo l’ingresso del paese.

Qui Gabriella Ghermandi e Misikir lavorano a un nuovo brano per Maqeda, scrittto in lingua Goffa. Il titolo è “Baranche Tanzas” che significa “Il seno della madre” e racconta della forza e della determinazione delle donne.

In questo video  Gabriella e Misikir duettano passeggiando per le strade di Sawla